COME SI PRODUCE IL VINO, LE FASI

COME SI PRODUCE IL VINO, LE FASI

L’uva è un frutto sicuramente versatile, dai mille usi commestibili, per esempio si può mangiare fresca, appassita oppure spremuta sia come succo sia in prodotti alcolici come il vino, marmellate e molto altro, oltre al fatto che è presente quasi in tutto il mondo . Parlando di come si coltiva il primo passo è quello di scegliere una qualità cioè quale delle molteplici varietà è la più adatta al nostro terreno e al nostro clima. Qualche consiglio su quali caratteristiche deve avere la pianta: servono piante mediamente giovani di circa un anno, che sembrino sane e forti, se possibile richiedere un certificato che attesti l’assenza di virus, così da avere la garanzia che crescano sane, il più possibile dalle radici e tronchi simmetrici. Il terreno adatto per la coltivazione è quello collinare, possibilmente molto esposto al sole con un buon terreno drenante.

Parliamo di Vendemmia, come si fa e quando

Il primo passaggio per la produzione del vino è la vendemmia, ossia una volta che le nostre piante sono piene di frutto questo va raccolto così da dare inizio alla vinificazione. Anticamente questa operazione veniva svolta totalmente a mano, così da avere una selezione dei grappoli da cogliere, oggi però abbiamo l’utilizzo di macchine che agevolano questo, solo i produttori di vini particolarmente pregiati, fanno quella selezione per cui è richiesto un capillare lavoro manuale. Ci sono delle accortezze quando si vendemmia, consigli per una migliore riuscita, per prima cosa i grappoli devono essere il più asciutti possibile, quindi cercare di non raccoglierli dopo piogge o ancora bagnati dalla rugiada o mentre c’è nebbia, l’acqua che si trova sui grani potrebbe influenzare il mosto, bisognerebbe evitare le ore più calde,  così che non si ottengano fermentazioni naturali e impreviste, oltre a evitare di ammassarli in contenitori troppo piccoli per non farli schiacciare e rovinare chicci. Il periodo della vendemmia varia da Luglio a Ottobre, in base alle condizioni atmosferiche, a quale qualità di uva bisogna raccogliere, pinot, merlot, syrah e anche in base a quale vino si va a produrre. Dopo di questa raccolta, si procede alla pigiatura per ottenere il mosto.

COME SI PRODUCE IL VINO, LE FASI
COME SI PRODUCE IL VINO, LE FASI

Fermentazione e Vinificazione

Una volta ottenuto il mosto, deve trascorrere un lasso di tempo tra un giorno e una decina, in base alla complessità del vino, per far si che la parte di zucchero contenuta all’interno del mosto si trasformi  gradualmente in alcool e anidride carbonica. Esistono due diversi tipi di vinificazioni una per il bianco, una per il rosso.

Quella del bianco: il mosto viene separato dalla buccia e dai semi prima della fermentazione, si avranno così dei vini bianchi che debbano essere consumati entro tre anni  dalla vendemmia, per il rosato, si opta per una semi-vinificazione del bianco.

Quella del rosso: non avviene separazione nel mosto, le bucce  e semi vengono lasciati a contatto, così da favorire il tipico colore rosso e la presenza dei tannini. Alla fine di questi passaggi si ottiene la bevanda che verrà successivamente imbottigliata e arriverà sulle nostre tavole pronta da bere.

© La Bella Rosin