QUALI SONO I MIGLIORI VINI ITALIANI?

QUALI SONO I MIGLIORI VINI ITALIANI?

Quando si parla d’Italia oltre ai suoi bellissimi monumenti, si parla di cibo, pizza, pasta e tutto il resto, ma con cosa si accompagna bene il buon cibo italiano? Sicuramente un ottimo bicchiere di vino, oggi vogliamo portarvi in un viaggio tra varie regioni, tra nord e sud, che producono il nettare di Bacco.

Iniziamo con il Piemonte, una delle più grandi regioni per superfice, abitanti e numero di comuni, venendo a noi ci interessano i numeri sul vino, si contano oltre 45 marchi DOC – DOCG. Divenuti famosi in tutto il mondo e presenti oramai nelle aste internazionali di molti paesi, per citare alcuni di questi: Nebbiolo, Barbera, Barbaresco, Asti Spumante; sono solo pochi dei più famosi, a livello mondiale, di questa terra, ne esistono però alcuni più sconosciuti legati alle specificità territoriali, come i vini di montagna coltivati in val di Susa e sulle montagne Eporidiesi.

Regioni del Nord e Centro

 Rimanendo sempre nell’estremo Nord mi sposterei in Veneto, dove si produce non solo vino ma anche liquori molto pregiati come grappe e acquavite. Questa regione è molto famosa per le sue bellezze tanto da essere la regione più visitata d’Italia per turismo, dalle sue alte montagne perfette per sciare, ai vasti laghi come quello di Garda, fino al mare e alla bellissima Venezia con la sua laguna. Parlando di vini però anche qui vediamo numeri molto importanti, si contende il primato di maggiore produttore di vino in Italia, ha circa 78’000 ettari di terreni, tra i suoi marchi più famosi abbiamo l’Amarone, il valpolicella, il soave, il bardolino, il prosecco e il franciacorta.

Scendendo un po’ più al centro verremmo a quella che è forse la più iconica regione per produzione di vino d’Italia la Toscana.  Troviamo 8 zone DOCG – 34 DOC e numerose IGT,  da sempre riconosciuta in tutto il mondo per il suo vino, gli è attribuito il soprannome di supertuscan, alcuni dei suoi più famosi marchi sono Chianti, Brunello di Montalcino, Vino nobile di Montepulciano. Ma il vero lusso che viene riconosciuto a livello internazionale è dovuto al marchio Sassicaia vino che può arrivare a costare diverse centinaia di euro.

QUALI SONO I MIGLIORI VINI ITALIANI?
QUALI SONO I MIGLIORI VINI ITALIANI?

Regioni del Sud

Oltre alle belle coste e il montuoso entroterra, l’Italia nel suo territorio nazionale, possiede anche delle stupende isole, una di queste negli ultimi anni è diventata anche un’ottima produttrice di vino dai rossi vulcanici ai bianchi profumati, la Sicilia. La storia della vinificazione in quest’isola risale all’epoca dei Fenici, ancora oggi possiamo trovare un vitigno antico lo Zibibbo, ma altri nomi ormai appaiono sulle nostre tavole, come il Nero d’Avola, il Grillo, il Frappato, il Perricone ed altri. Molto antico è anche il Marsala il primo DOC d’Italia, risale al 1773 per opera dei commercianti inglesi. Come dicevo è da pochi anni che i loro vini vengono apprezzati da tutta la nazione, fino agli anni 60’ infatti il loro vino veniva usato per mescita dei vini del nord Italia e quelli Francesi.

Come avrete capito queste sono soltanto quattro delle ventuno regioni italiane, tutte ottime produttrici di vino, così come avrete capito il consiglio di oggi è se vi piace degustare un buon bicchiere di vino avete solo l’imbarazzo della scelta.

© La Bella Rosin